Chiesa di San Giuseppe

La Chiesa è stata realizzata su disegno e progetto dell'architetto Giuseppe Vincenzo Vicari, e diverse innovazioni introdotte, riscuote notevole attenzione. La sua forma è a croce latina, con il campanile incorporato nella facciata principale, ed all’esterno lateralmente due piccoli chiostri delimitati da un doppio porticato.

 

Sull'architrave dell’ingresso centrale è posta una lunetta con pannello decorativo in ceramica rappresentante una giovane fascista (Maria Luisa Letta) e un avanguardista (Adolfo Letta) nell'atto di offrire a Dio la Chiesa. Al disopra della lunetta, in corrispondenza della parte centrale del Campanile, grandiosa vetrata a canne d'organo. La lunetta in ceramica, attribuibile a Augusto Chini, e la vetrata, realizzata da Tito Chini, sono stati entrambi realizzati presso la Manifattura a Borgo San Lorenzo. 

 

La caratteristica della Chiesa maggiormente apprezzabile sono sicuramente le vetrate. Queste risultano, infatti, il più bello ed il più originale ornamento, realizzato da Tito Chini, e comprende 18 grandi finestre laterali e 2 enormi trifore in corrispondenza dei due bracci del transetto. 

 

Le prime quattordici vetrate raffigurano le stazioni della Via Crucis, con teorie di angeli oranti mentre le due trifore rappresentano l'Annunciazione e l’Offerta. Quest’ultima vetrata allegorica, chiamata dell’Offerta, vuole esprimere la rinascita attraverso il sacrificio, mentre ai due lati i figli del donatore rinnovano l'offerta già preannunciata nella lunetta d'ingresso.

Itinerario Liberty - Planning and Realization - Stefano Pelosi - www.stefanopelosi.it