Edificio per la vendita dei sali delle Terme Tamerici

Il piccolo e delizioso edificio, progettato da Giulio Bernardini nel 1903, in maniera inconfondibile contrassegnato dall'ampia gronda Liberty, da cui pendono lumi in bronzo dell'epoca, da delicate decorazioni floreali, (basta osservare il vaso in stucco a bassorilievo con il motivo dei papaveri nella parte in angolo a sinistra), ma soprattutto dai quattro poderosi bassorilievi in grs dello scultore palermitano Domenico Trentacoste, di cui i lavori pi noti sono conservati alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma e in quella di Firenze.

 

Queste ultime opere, modellate con sapiente equilibrio di forza e di gentilezza, raffigurano i differenti ruoli connessi all'arte dei vasai. Il Fornaciaio, il Molatore, lo Scultore e il Disegnatore  Decoratore. Quest'ultimo ritrae proprio le sembianze di Galileo Chini. I bassorilievi sono stati realizzati dalla ditta Arte della Ceramica, fondata dallo stesso Galileo Chini, ed erano stati presentati all'Esposizione Italiana di Arti Decorative e Industriali di Torino del 1902, prima di trovare definitivamente posto sulla facciata di questo delizioso edificio.

Itinerario Liberty - Planning and Realization - Stefano Pelosi - www.stefanopelosi.it